Le 1000 ricette di una gatta psicotica

Ecco tre ricettine semplici e gustose… Avvertenza per il Gatto di Gattostanco: invece di un Gattostanco, puoi usare una gattoconsorte…
Gattostanco in galantina
Prendete un Gattostanco, disossatelo, salatelo e riempitelo con questi ingredienti: kg.20 di magro di vitello, kg.20 di maiale, 10 petti di pollo, kg.10 di lardo, kg. 8 di lingua salata, kg.4 di prosciutto (il tutto tagliato a filetti), kg.1,5 di tartufi neri tagliati a pezzi (la ricetta ne vorrebbe di più di tartufo, ma poi si spende troppo), kg.2 di pistacchi sbucciati nell’acqua calda.
Fare un battuto con altro maiale e vitello (kg.20 in tutto), kg.6 di mollica di pane bagnata nel brodo, 40 uova, le bucce dei tartufi, i ritagli di lingua e del prosciutto. Quando il tutto è ben pestato, passatelo al setaccio.
Allargato il cappone, pardon, il Gattostanco, vi si distendano sopra un po’ di battuto e i filetti delle diverse qualità, di seguito, fino al riempimento. Quando sia stato cucito, legato e avvolto in un involto, il Gattostanco va bollito nell’acqua per circa 4 ore e mezza (nella pentola a pressione per un ora). Tolto dal fuoco, metterlo a freddare sotto un peso per un paio d’ore, finche prende una forma schiacciata, servirlo intero e tagliarlo di fronte ai commensali.

Filetti di Titti (mamma di Black Cat) “Dulcinea”
Per preparare i filetti alla Dulcinea bisogna tagliare listarelle di prosciutto cotto, formaggio emmenthal e tartufo. A parte, fare un composto di uova, panna vergine e formaggio grattugiato. Foderare una teglia con pasta sfoglia sottile. Sulla sfoglia porre una certa quantità del composto in modo da coprire il fondo quindi adagiatevi la Titti (mamma di Black cat). Per facilitarvi il lavoro vi consiglio di darle prima una botta in testa oppure convincerla che si trova in un beauty center e che le state per fare un particolare procedimento abbronzante con delle nuove creme di bellezza. Una volta adagiata la Titti, mettere un po’ di listarelle a coprire la Titti e coprire il tutto con altro composto. Introdurre nel forno e, non appena la Titti alla Dulcinea sarà rosolata, togliere e servire ben calda.

Orga arrosto nel latte
Prendere il lombo di Orga (circa gr.500), salarlo e metterlo a cuocere lentamente in due decilitri e mezzo di latte. Quando il latte si sarà asciugato, rosolare (aumentando il fuoco), scolare il grasso e aggiungere un po’ di latte fresco in modo che si formi un intingolo che accompagni l’arrosto di Orga. Volendo si può aromatizzare aggiungendo aglio, rosmarino e pepe.


  1. gaspare says:

    giusto cielo…questa witch è un demonio…

  2. Black Cat says:

    Ne parlavamo giusto stasera a cena con la Titti…. di quanto sia meglio un Gattostanco da cucinare piuttosto di una vecchia Titti da farsi solo in brodo…

crab