La vera vita di mia figlia

Vorrei raccontarvi della mia adorata figlioletta… ovviamente non prendetemi per pettegola, ma è che lei è un pò testa matta: ad esempio, le ho detto di stare attenta alla cottura della pasta, ma lei non ci sta attenta..la pasta viene o scotta o troppo al dente.
E poi, nel rifare il letto…insomma non mette le lenzuola proprio in maniera simmetrica coome me..ehhh..
Ma d’altro canto, lo sapevo che finiva così…sappiate che era un bel tipino quando ancora doveva nascere: io ero incinta e andavo a messa, come entravo in chiesa, lei subito si agitava nel pancione…non poteva soffrire le prediche del prete!!!! Quale impudenza. Poi ad esempio passeggiavo ocn le mie amiche e parlavo dicose interessantissime come il macramè e il punto croce e lei si agitava nel pancione. Stranamente quando passavo vicino a qualche macchina subito lei si calmava. Quando è nata poi, appena il dottore le ha dato lo schiaffetto (come succede in tutti gli ospedali), lei lo ha preso a calci nei maroni.
Però poi ho scoperto come calmarla: è bastato montare delle lucine azzurre nella sua culla: una cosa assolutamente tamarra, ma lei era contenta così (anche se adesso nega tutto e dice che chi le mette nella macchina è tascissimo). E che dire dei sonaglini e delle fiabe?? Come fiabe voleva la “Vita dei grandi del rock” e come sonaglino voleva che fosse agitato a suon di musica. Ora vado che devo dirle alcune cose (ad esempio, che Alex ha bisogno di due coperte in più e che prima dei 10 anni non è il caso che il bambino esca di casa o si ammala). Ma poi torno, eh???
Saluti…


  1. Il Gemello says:

    Salve sig.ra Titti. Ha ragione. Non prima dei dieci anni e con addosso diciotto maglioni, sei sciarpe, i calzettoni di lana dello zio alpino e il costumino. Perché in spiaggia, è risaputo, basta un niente al bambino per raffreddarsi con quella brezza tipica dei pomeriggi di luglio… Eh! glielo dica a sua figlia…

  2. Gatto di Rolli says:

    Ma lo hai cambiato il bambino oggi? Sai che va cambiato ogni 37 minuti :zzz:

crab