Lettera aperta

Vediamo di chiarirci.
Cara Black Cat, quando ti ho permesso di vivere al mio fianco e di farmi da badante, l’accordo era semplice: tu rassettavi la casa, mi facevi da mangiare, mi tenevi compagnia.
In cambio io ti onoravo della mia presenza.
Adesso, passi che per casa c’è il tuo pargolo (il suddetto puzzettonebavoso,
alias popobavoso), vabbè, ho voluto una femmina??? Adesso mi tocca tenermi
pure il pargolo, ma su una cosa non transigo: Tony.
Insomma, quando veniva di tanto in tanto, poteva essere accettabile, poi
è andato in Nuova Caledonia e, devo essere sincera, ero contentissima: hai
mai odorato le sue ciabatte???
Pensavo di non vederlo piu’ e invece ti sento parlare che adesso torna e
che me lo troverò tra i piedi praticamente un giorno si e l’altro pure.
Ma insomma: la vogliamo piantare???? Io quando torna prima lo porto dal
veterinario per farlo castrare e poi o trovo qualcuno che se lo tiene in
casa, o, tempo due settimane, lo abbandono in Autostrada. Chiaro??? E adesso
vediamo chi comanda in questa casa, che qua non si capisce più niente.


  1. Black Cat says:

    Credo che gli effetti tardivi della sterilizzazione ti stiano andando alle vibrisse…

  2. gaspare says:

    brava BC, fatti rispettare dalla gattroia…

crab